CITAZIONI

Newsletter n. 4 del 2015

DirittiWeb.it

Articoli di DirittiWeb.it

 

L’analisi delle abitudini e la profilazione degli utenti. La notifica al Garante Privacy scritto da Andrea Rinaldo

Sono moltissimi i siti web o i servizi commerciali che effettuano approfondite analisi sulle abitudini commerciali dei propri utenti. Pensiamo ai social network, agli e-commerce, a molti siti gratuiti che mandano continue pubblicità. A tal proposito il Garante ha cercato di regolamentare le modalità con cui può essere fatta la profilazione. Vediamo come.

FB is watching you! – Analisi della Privacy Policy di Facebook scritto da Alberto Nicolai

Facebook e Privacy: due parole che, poste una accanto all’altra, fanno sorridere i più. Cerchiamo di capire assieme come il colosso americano tratti il suo più grande patrimonio – i nostri dati personali – o almeno come dichiara pubblicamente di farlo.

Continui dubbi su efficacia e modalità attuative del diritto all’oblio scritto da Andrea Rinaldo

Da quando nel maggio 2014 è stata emessa e pubblicata la decisione sul caso Gonzales – Google Spain, nella causa C–131/12, non può certo dirsi che si sia chiarito il concetto di diritto all’oblio. Ci sono sempre più perplessità, sia circa la portata locale del l’esercizio di tale diritto, sia circa la reale efficacia della procedura di de-indicizzazione.

Divani&Divani. Quando un marchio debole diviene meritevole di tutela scritto da Andrea Rinaldo

Proponiamo un’analisi della distinzione tra i concetti di marchio debole e marchio forte, prendendo in esame una recentissima giurisprudenza della Suprema Corte, secondo cui un marchio originariamente debole, come il segno Divani&Divani, per effetto del Secondary Meaning, può acquisire il carattere della distintività.

Facebook e le foto degli utenti. Quali diritti vengono ceduti al Social Network? scritto da Andrea Rinaldo

Proviamo ad esaminare l’effetto che ha la pubblicazione di una foto su Facebook rispetto ai diritti dell’utente sulla stessa. In particolare, vediamo quali diritti vengono ceduti al noto social network.

Il dilagante fenomeno del Child Grooming ossia l’adescamento dei minori sulla rete Internet scritto da Marco Casella

Siffatto fenomeno criminoso, oggigiorno di elevatissima propagazione, risulta stigmatizzato dai peculiari contegni tenuti di volta in volta dall’adescatore tipo, i quali si reputano idonei a determinare la manipolazione psicologica e la susseguente reificazione del soggetto passivo minorenne.

Gli articoli consigliati dal mondo (di altre testate)

 

Info sull'Autore

Andrea Rinaldo

Laureato in Giurisprudenza ed appassionato di informatica. Mi occupo di proprietà intellettuale, industriale, privacy ed ICT.

Leggi articolo precedente:
3625586362_07cd7f85ee_o
Il dilagante fenomeno del Child Grooming ossia l’adescamento dei minori sulla rete Internet

2447827016_ce4a409d70_z
Facebook e le foto degli utenti. Quali diritti vengono ceduti al Social Network?

divanidivani_logo-796x364
Divani&Divani. Quando un marchio debole diviene meritevole di tutela

Chiudi