PRIVACY

Ecco come facciamo pubblicità inconsapevole a Coca-Cola & Co.

Il continuo uso inconsapevole dei Social Network permette la nascita di servizi paralleli come Piquora o Stream Ditto il cui scopo è quello scandagliare continuamente i contenuti caricati.
Come sostenuto correttamente da Paolo Attivissimo continuiamo a regalare dati alle aziende affinché queste possano migliorare le loro campagne pubblicitarie ed invogliarci ad acquistare i loro prodotti.

In pratica, chi usa i social network diventa un testimonial ambulante e inconsapevole di marche e marchi. Ogni bottiglia di birra, ogni T-shirt con un logo, ogni borsa griffata costruisce un profilo dei nostri gusti. Un profilo altamente vendibile, specialmente se abbinato agli altri dati personali (geolocalizzazione, nomi degli amici, “mi piace”, eccetera).

per approfondire

Info sull'Autore

Andrea Rinaldo

Laureato in Giurisprudenza ed appassionato di informatica. Mi occupo di proprietà intellettuale, industriale, privacy ed ICT.

Leggi articolo precedente:
How Google Works
Il corpus digitalis e il diritto di godimento legato all’account.
Chiudi